La spiritualità viaggia on line

6 07 2012

Siti cattolici, consigli spirituali, sacerdoti su Facebook e il Vaticano su youtube. Come si vive la spiritualità al tempo di internet e delle nuove tecnologie.

LEGGI L’ARTICOLO





Messaggio per tutte le Comunità Giovanili Domenicane

24 04 2012

Carissimi Giovani Domenicani che, a vario titolo, frequentate i nsotri conventi: siate i benvenuti. Con questo breve messaggio vorrei raggiungervi e parlare un po’ con ciascuno di voi. La vostra presenza è un gran bel dono e una grande responsabilità. Tenete alta la vostra vocazione cristiana e domenicana. Buona visione!





Cristiano, credi in te stesso!

23 12 2011

Dal libro della Genesi: “Poi levarono l’accampamento da Betel. Mancava ancora un tratto di cammino per arrivare ad Efrata, quando Rachele partorì ed ebbe un parto difficile. Mentre penava a partorire, la levatrice le disse: «Non temere: anche questo è un figlio!». Mentre esalava l’ultimo respiro, perché stava morendo, essa lo chiamò Ben-Oni [che significa figlio del dolore], ma suo padre lo chiamò Beniamino [figlio di buon augurio]. Così Rachele morì e fu sepolta lungo la strada verso Efrata, cioè Betlemme. Giacobbe eresse sulla sua tomba una stele. Questa stele della tomba di Rachele esiste fino ad oggi.” (Gn 35,16-20)

Morte e vita si incontrano, dolore e speranza, il confine passa attraverso un soffio, il soffio, che non è parte della vita ma prova della vita. Il soffio che è volatile, passa, si perde e si spegne, così come le nostre vite. Ma davvero è tutto qui, davvero la nostra vita è solo soffio, davvero si sta, come scriveva Ungaretti nei mesi terribili in cui ha vissuto in trincea, sul Carso, “Come d’autunno sugli alberi le foglie”? Leggi il seguito di questo post »





La forza della Fede. Piergiogio Frassati, laico domenicano

13 12 2011

In questi ultimi decenni, spesso si è affrontato il tema: “Giovani e Fede“. C’è chi ha speso tempo ed energie nel ricercarne l’interpretazione socio-culturale, c’è chi non ci ha provato neanche, certo che, nello stato attuale delle cose, ci sia una rottura insanabile. Personalmente non sono di questo avviso. Sicuramente qualcosa è cambiato nelle modalità, attraverso le quali si esprime la relazione fra i Giovani e la Fede Cristiana sia nel suo linguaggio espressivo, sia nella consapevolezza della scelta. Piergiorgio Frassati affermava: “Ogni giorno di più comprendo quale grazia sia essere cattolici. Vivere senza una fede, senza un patrimonio da difendere .. non è vivere, ma vivacchiare!” Questo giovane ha sperimentato la vitalità della fede e vitalmente la comunica. Ha appreso dall’Ordine Domenicano, di cui faceva parte come laico, l’urgenza della missionarietà. Leggi il seguito di questo post »





Giovani con e senza Fede

20 11 2011

Dall’indagine “I giovani di fronte al futuro e alla vita, con o senza fede“, condotta su un campione di 1.000 giovani italiani tra i 18 e i 29 anni è emerso che oggi si dichiara apertamente cattolico solo il 52,8% dei giovani italiani: nel 2004, era il 66,9% (- 14%). Alla forte riduzione della percentuale di chi si dice cattolico non corrisponde, però, una riduzione netta di chi ritiene importante la religione per la propria vita (si scende appena del 3%), ma, anzi, si registra un leggero aumento di chi la definisce “molto importante” (l’incremento è dell’1,8%).
Altri aspetti non secondari sono l’aumento della religiosità “fai-da-te” e una polarizzazione sempre più marcata delle scelte: chi rimane cattolico è sempre più convinto; quanti non lo sono mai stati o non lo sono più dimostrano una distanza maggiore dalla Chiesa di Roma, talvolta una vera e propria ostilità, pur coltivando un certo interesse per la dimensione spirituale.

 LEGGI LA RICERCA